Scrambler 1200 clothing shoot

Progetto Carpe Terram: Bike Shed e Triumph

Dietro le quinte del servizio fotografico alla Adventure Experience

Carpe Terram, è il nome di una nuova linea di abbigliamento disegnata dal fondatore di Bike Shed, Dutch Van Someren. Ispirato all’universo “scrambling” degli anni ’60, il nuovo progetto Carpe Terram rispecchia la perfetta fusione di vintage e modernità della Scrambler 1200.

Radici britanniche e una spiccata propensione per l’offroad: Bike Shed e Triumph formano una coppia perfetta. La collezione abbigliamento in edizione limitata include una maglia traspirante Race, top a manica lunga e corta, t-shirt, occhiali, cappellini, cinture e accessori.

“Tutti noi di Bike Shed siamo autentici fan delle Scrambler Triumph in stile moderno e al tempo stesso retrò”, racconta Dutch. “Perciò non vedevamo l’ora di lanciarci in questo progetto e disegnare accessori intramontabili in cui si fondono il brand Bike Shed Motorcycle Club e il leggendario marchio Triumph. Li abbiamo pensati per gli appassionati di Bonnie, da indossare quando vengono a farsi un giro con noi al Bike Shed Sunday Scramble, quando vanno nella loro concessionaria di fiducia o semplicemente quando escono per una birretta.”

“Abbiamo creato il progetto Carpe Terram in collaborazione con il team Triumph, e i ragazzi di Bike Shed sono davvero soddisfatti del risultato. T-shirt, top a manica lunga, cappellini e accessori in pelle erano il punto di partenza più ovvio, e li abbiamo realizzati con l’inconfondibile tocco Bike Shed e con cotone e materiali di alta qualità. Ma abbiamo incluso nella collezione anche occhiali e una fantastica maglia traspirante Race, che prevede uno spazio dove aggiungere il nome o il numero di chi la indosserà sulla griglia di partenza di una gara di flat track… Io indosserò la mia al Bike Shed Bar.”

L’abbigliamento Triumph ha intrapreso una nuova direzione grazie all’intuito di Kevin Charles, Director of Clothing, che punta a realizzare capi e accessori per chi cerca… “un aspetto che offrono sia le moto sia l’abbigliamento: l’individualità.”

Una vita nella polvere

Per celebrare la nuova linea d’abbigliamento, due piloti – uno specializzato in offroad e l’altro esclusivamente su strada – hanno portato la Scrambler 1200 a spasso nel Galles del Sud, alla Triumph Adventure Experience. Per il servizio fotografico, Triumph ha scelto come sempre due veri motociclisti appassionati della cultura e dell’universo a due ruote.

Jacob Young guida moto da quando riusciva a malapena a salire in punta di piedi su una dirt bike. Trial, hare scrambler, motocross… le ha provate tutte. Anche se è abituato a moto enduro di cilindrata inferiore, la 1200 non gli è sembrata grossa e ingombrante come si aspettava. Jacob ci racconta i suoi trascorsi a due ruote e le sue prime impressioni sulla Scrambler 1200.

“È iniziato tutto quando avevo circa otto anni, quando ho guidato per la prima volta una dirt bike. Successivamente ho gareggiato nel Campionato Trials inglese per cinque anni, fino all’età di 17 anni. Dopo sono passato alle competizioni di motocross ed enduro. Ho comprato qualche superbike e ho iniziato a fare delle giornate in pista. Poi mi sono preso una pausa, ma non riuscivo a stare lontano dalle due ruote. Ora guido principalmente moto enduro. Mi è sempre piaciuto mettermi alla prova con quanti più stili di guida possibile.”

“Avevo già collaborato con Bike Shed prima del servizio e proprio da quell’esperienza è nata questa opportunità. I capi d’abbigliamento sono fantastici, soprattutto la maglia Race, traspirante e perfetta da indossare sopra le protezioni. Anche poter guidare la Scrambler 1200 non è stato per niente male. Sono rimasto colpito da quanto è leggera e bilanciata in offroad rispetto alle moto decisamente meno pesanti che guido di solito.”

“Me ne stavo lì, in sella alla Scrambler 1200 XE, e me ne sono innamorato. Non sapevo cosa aspettarmi, ma è stata subito facile e intuitiva da guidare. Dopo cinque minuti sapevo fino a dove potevo spingerla. Di solito guido una 300 due tempi; sono due mondi totalmente diversi. Ma non sembra comunque di guidare una 1200, ha un’erogazione di potenza lineare e prevedibile. Quando l’ho fatta derapare sulla ghiaia, il feeling della moto è stato strepitoso.”

“La Triumph Adventure Experience offre un sacco di sentieri, sterrati, ostacoli da saltare e superare. Un vero parco giochi per i motociclisti. Ho affrontato qualche salto e le sospensioni sono state semplicemente impeccabili. La 1200 offre un’esperienza di guida divertente e confortevole.”

Dalla strada allo sterrato

Poi abbiamo incontrato Simon Mann, dipendente Bike Shed e tipico motociclista da asfalto. Qual è stata la sua prima esperienza offroad? In sella a una 1200 XC nel fango umido e spesso.

“Le moto mi appassionano da sempre. Credo derivi dal fatto che mio padre ne possedeva qualcuna. Aveva un sacco di moto d’epoca, inclusa una Triumph Tiger Cub. Anche i miei due fratelli sono motociclisti, non potevo che farmi contagiare. Guido da quando avevo circa 20 anni, perciò da nove anni. Il fatto è che ho sempre guidato solamente sull’asfalto, perciò questa esperienza era del tutto nuova per me. È stato il mio primo fuoristrada, ma grazie a Matt della Adventure Experience è filato tutto liscio.”

“Mi ha preso da parte durante i preparativi, mentre il team stava preparando gli ultimi dettagli. Non riuscivo a crederci, ma con qualche semplice suggerimento di Matt mi sono sentito subito completamente a mio agio sulla Scrambler e con l’ambiente circostante. Nessuno mi ha fatto pressioni, non sembrava neppure di essere nel pieno di un servizio fotografico. L’unica cosa su cui dovevo concentrarmi era apprezzare appieno ogni attimo di questa incredibile opportunità, montare in sella a una Scrambler, guidarla in luoghi impensabili e divertirmi con gli altri ragazzi.”

“La moto pareva danzare sul fango e sulla ghiaia. La notte prima del servizio aveva piovuto, perciò il fango era decisamente appiccicoso. Sorprendentemente alla fine del giorno avevo acquisito una sicurezza insperata in sella alla 1200 e riuscivo ad affrontare terreni piuttosto difficili. Da un lato è stato un vero e proprio battesimo del fuoco, ma la Scrambler 1200 è una moto indulgente e perfetta per un novellino dell’offroad come me.”

“I capi d’abbigliamento sono di altissima qualità, comodi e pratici da portare sotto i vestiti che indossi abitualmente e hanno un look causal straordinario.”

“Dopo una giornata di puro divertimento, è incredibile ciò che siamo riusciti a ottenere giocando nel fango con queste 1200,” conclude Jacob. “È stato un vero piacere contribuire al debutto di questa gamma di capi che racchiudono perfettamente lo spirito di Bike Shed e Triumph. Questa collezione è un mix di autentico stile motocross, look retrò e cultura custom moderna.”

Per scoprire di più sul progetto Carpe Terram, esplora la collezione.

I capi della collezione Carpe Terram sono edizioni limitate e sono in vendita da Bike Shed presso Urban Rider e alcuni distributori Bike Shed selezionati.