Ispirazione: Workshop

Gary Nixon inspired custom Triumph Thruxton

Una Thruxton R ispirata a Gary Nixon

Thruxton R custom

Mentre Triumph Motorcycles sta per prendere parte alla Moto2 nel 2019, un concessionario Triumph belga rende omaggio alla leggenda del motociclismo Gary Nixon.

Gary fu essenziale per la scuderia Triumph negli anni ’60. Vinse la prestigiosa 200 Miglia di Daytona con Triumph nel 1967 e nuovamente nel 1968 all’AMA Grand National Championship. Le sue conquiste furono così strepitose che, dall’altra parte dell’oceano, in Belgio, Triumph Wevelgem ha sviluppato una Thruxton R Special.

Il blocco motore della Thruxton è stato modificato per incrementare le prestazioni del bicilindrico. È stato montano un altro albero a camme, il filtro dell’aria è stato regolato e il catalizzatore sostituito con un giunto. Per adattare il sistema di gestione del motore alle modifiche apportate, è stata utilizzata una centralina Power Commander di Dynojet. La perfetta messa a punto del sistema consente di ottimizzare tutte le regolazioni.

Più potenza

L’efficienza di queste modifiche è chiaramente dimostrata dai risultati del banco prova. Il motore eroga non meno di 135 Nm di coppia a 4.724 giri/min sulla ruota posteriore. La potenza massima è passata dai valori di fabbrica ai 104 CV a 6.212 giri/min della versione custom.

La curva di coppia è eccellente: il bicilindrico sprigiona costantemente e in ogni condizione un’ondata di potenza strepitosa, disponibile a tutte le velocità. I silenziatori di serie omologati per l’Europa sono stati mantenuti, mentre la rimozione del catalizzatore consente al motore di respirare più liberamente e riduce inoltre il rumore dello scarico.

Ancora più sportiva

Oltre a tutte le modifiche apportate per incrementarne la capacità, questa Thruxton offre un’esperienza di guida intuitiva. Il comportamento del bicilindrico è esemplare, in partenza così come nel traffico. Il motore Triumph risulta perfettamente fluido anche negli spostamenti a velocità ridotta; ma basta girare la manopola dell’acceleratore per entrare in una nuova dimensione.

Per esaltare l’animo sportivo del propulsore, è stato installato un sistema Quickshifter, che permette di cambiare marcia senza interrompere l’accelerazione né utilizzare la frizione. La Thruxton R Special sfreccia come un razzo a sei rapporti! Di certo non è una moto per principianti, ma nelle mani giuste e sul terreno giusto, il suo motore regala prestazioni e brividi.

Autentica

La carenatura integrale e la sella monoposto riproducono fedelmente le racer Triumph di serie degli anni ’60 e ’70. La forma affusolata della carenatura, ribattezzata “buca delle lettere” per via dell’apertura nella parte anteriore, è immediatamente riconoscibile. La sella Barcelona richiama alla mente gli anni d’oro del motociclismo, con il tipico schema colori nelle tonalità del bianco e del blu utilizzato all’epoca dalla scuderia Triumph.

Completano questo capolavoro i due gruppi ottici anteriori e il fanalino posteriore, due particolari non certo insoliti per le gare sulla lunga distanza di quegli anni. La sella è rivestita in plastica nera con un elegante motivo a rombi impreziosito da cuciture argento.

Ai lati della sella un chiaro omaggio a Gary Nixon: il suo leggendario numero 9. Oggi come 50 anni fa, l’ambiente naturale di Triumph sono le corse. La stagione 2019 di Moto2 sta per iniziare e ancora una volta il marchio inglese è in prima linea per conquistare la gloria.

Scopri di più sulla partecipazione di Triumph in Moto2 oppure guarda altre moto e custom qui.