Ispirazione: Big Trip

Le 5 migliori strade tutte curve e tornanti

Le curve più belle

FTR cerca per voi le strade a tornanti più assurde e incredibili di questo mondo. Vi serve una scusa per partire all’avventura? Percorrete una (o più) di queste strade!

1 Aristi-Papigo, Grecia

Questa meravigliosa strada asfaltata, dalle pendenze decisamente elevate, è situata nella parte settentrionale della Grecia e collega Aristi a Papigo. Si trova nell’unità periferica di Giannina, nella periferia dell’Epiro, zona di foreste e vedute spettacolari.

Intagliata nella catena montuosa del Pindo, questa strada è da inserire nella lista di cose da fare almeno una volta nella vita. Le ripide colline alberate hanno reso necessaria la creazione di oltre 20 tornanti per congiungere i due paesi. L’asfalto levigato e l’ampia carreggiata rendono questo percorso ad alta intensità di curve accessibile alla Roadster e alla Supersport.

2 Jacob’s Ladder, Tasmania

Ricoperta di polvere e ghiaino, questa strada è accessibile in sella a una Scrambler e a una Tiger equipaggiate a dovere. Le bizzarre pareti rocciose stratificate e la neve che cade nei mesi invernali fanno di questo percorso una sfida eccezionale per chi è alla ricerca di una strada folle per mettere alla prova le proprie abilità.

Con un dislivello di oltre 1.500 metri, la salita è davvero ripida. La superficie scivolosa e instabile, unita alle ripide pendenze, rende la Jacob’s Ladder una strada estremamente tecnica.

3 Three Level Zigzag Road, India

Poco decantata e scarsamente fotografata, è una delle strade a tornanti meno esplorate della nostra lista. Nelle immagini di Google Street View, qui di seguito, se ne possono appena scorgere i contorni.

Posta alla ragguardevole altezza di oltre 3.400 metri, nell’India settentrionale, si tratta della strade poste all’altitudine maggiore del nostro elenco e di una delle avventure più estreme che vi proponiamo. Si raccomanda di percorrerla con una Tiger adeguatamente equipaggiata, ampia esperienza off-road e una certa dose di incoscienza.

4 Burr Trail, USA

Situato nel bel mezzo del deserto del Parco nazionale di Capitol Reef, questo percorso è secco e polveroso come nessun altro. Se il tempo è clemente, è percorribile senza grossi problemi, ma in caso di pioggia le difficoltà abbondano. Qui non si può prescindere dagli pneumatici off-road.

“Canyon carving” in un vero canyon, nel deserto… sembra di essere in un film western! Ripetiamo: meglio affrontare questa strada solo in sella a moto off-road!

5 Sani Pass, Sud Africa

Come per altre strade che compaiono nel nostro elenco, occorre percorrerla in sella a una Tiger, in grado di affrontare pendenze fangose. Lo stupefacente percorso del Sani Pass è un serpentone che può diventare polveroso (in caso di caldo arido) oppure melmoso (in caso di pioggia). A 2.876 metri di altitudine sul livello del mare, presenta improvvise discese da brivido e curve estremamente secche.

Il valico è situato tra le cittadine di Underberg (regione di KwaZulu-Natal) e Mokhotlong (Lesotho). Lungo il percorso, sono disseminate le carcasse dei veicoli che non sono riusciti a scollinare: immagini per stomaci forti!