Ispirazione: Big Trip

Ireland coastal road

Guida: Irlanda

I migliori itinerari sull’isola di smeraldo

L’Irlanda è un paese meraviglioso da esplorare in moto. Offre diverse tipologie di terreni per divertirsi, con quel tocco di verde smeraldo che non guasta mai. Abbiamo scelto cinque zone dell’Irlanda del Nord e della Repubblica di Irlanda che possono essere a giusto titolo considerate un paradiso per le due ruote, con luoghi divertenti da visitare singolarmente o durante un tour epico dell’intera isola.

Montagne di Mourne

Queste montagne granitiche sono incredibili. Con un’altitudine di 850 metri, un versante scende ripido verso il mare e le spiagge di Newcastle. Un panorama alquanto bizzarro se si considera che non sono scogliere, bensì montagne che si stagliano direttamente sulla distesa d’acqua.

Newcastle è una cittadina tranquilla, perfetta per fare rifornimento o fermarsi per la notte. Possiamo prendere la A25 nell’entroterra oppure attraversare le montagne sulla B27, più stretta ma con due corsie e decisamente pittoresca.

Donegal

Sul lato dell’Irlanda affacciato sull’Atlantico si trova la Contea di Donegal. È un ambiente piuttosto vario da un punto di vista geografico, con spiagge, montagne, laghi e torbiere. È certamente d’obbligo una visita al Glenveagh National Park, un parco naturale che si estende su circa 14.000 ettari di riserva attorno al castello di Glenveagh.

Due delle spiagge più belle sono Culdaff Bay e Stroove Beach. Culdaff è vicino al punto più a nord della Repubblica di Irlanda, con sabbie dorate e una vista mozzafiato sulla Scozia. Stroove Beach si trova a poca distanza da Culdaff sulla costa; ci si può arrivare con la R241, una strada stretta ma incantevole che termina proprio sulla spiaggia.

Per chi desidera invece visitare un altro genere di castello, consigliamo quello di Carrickabraghy. Con ingresso libero (e una cassetta per le donazioni), si tratta di un edificio molto più essenziale e in stile militare rispetto al più ricercato ed elaborato castello di Glenveagh in stile vittoriano.

Il passo di Glengesh, parte della Wild Atlantic Way, è il luogo perfetto per trovare strade mozzafiato. Prendiamo la R230 fino alla città costiera di Gleann Cholm Cille, un villaggio di una bellezza autentica e incredibile abbarbicato su ripide scogliere a picco sul mare.

Cork

Chi si trova nei pressi di Cork non può non visitare la penisola di Sheep’s Head. Prendiamo la L4704 da Durrus finché la strada non si restringerà notevolmente. A questo punto occorre parcheggiare e proseguire a piedi: è l’inizio della Wild Atlantic Way, un itinerario escursionistico sulla costa occidentale dell’Irlanda. Ideale per sgranchirsi le gambe prima di rimontare in sella.

La città stessa offre numerose meraviglie storiche da ammirare e attività per passare il tempo, perciò è una buona idea trascorrere qui un paio di notti. Il castello di Blackrock, la cattedrale di San Finbarre e persino un museo interamente dedicato al burro: non avremo che l’imbarazzo della scelta. Anche la vita notturna a Cork non ha nulla da invidiare ad altre città, con fantastici locali dove ascoltare buona musica dal vivo.

Dublino

Non occorrono presentazioni. Dublino vale un soggiorno di qualche giorno, per assaporare ogni sfaccettatura di questa città tipicamente irlandese. Da non perdere il Guinness Storehouse, il quartiere Temple Bar e la distilleria Jameson.

Se vogliamo percorrere alcune fra le strade più incredibili del Paese, dobbiamo dirigerci da Dublino verso Port Laoise attraverso i Monti Wicklow. Quest’area è un parco nazionale con laghi, specchi d’acqua e vette tutti da esplorare. L’unica esortazione è prestare molta attenzione alle stradine tipiche di montagna con superfici a volte sconnesse.

Belfast e la costa di Antrim

La strada costiera di Antrim è senza alcun dubbio fra le più belle di tutta l’Irlanda. Da Belfast dobbiamo proseguire lungo la costa fino a passare l’angolo nord-orientale dell’Irlanda del Nord, per raggiungere il Sentiero del gigante.

Lungo il percorso incontreremo laghi e specchi d’acqua, e potremo ammirare da una posizione privilegiata il magnifico mare d’Irlanda. Nelle giornate più serene è possibile vedere l’isola di Rathlin e persino il Mull of Kintyre in Scozia. Stretti tornanti e rettilinei d’asfalto danno vita a un autentico paradiso per i motociclisti.

Da Belfast è possibile visitare il Sentiero del gigante in giornata con qualche sosta lungo il percorso. La città stessa è vivace, con una ricca storia di industria pesante. Il RMS Titanic fu costruito proprio a Belfast, che oggi ospita il Museo del Titanic.

Il momento migliore dell’anno per visitare l’isola di smeraldo è da maggio a settembre, i mesi più asciutti. Anche se è “asciutto” è un concetto alquanto relativo, in Irlanda! Con accessori per ripararsi dalla pioggia e manopole riscaldabili, è possibile visitare il Paese in qualsiasi momento dell’anno. Bellissime strade, edifici storici e splendide città rendono quest’isola la meta perfetta per le due ruote.