3 motociclisti, 3 terreni

Triumph Adventure Experience: oltre tutti i limiti

I motociclisti di MCN, Ride Apart, Adventure Bike Rider, Bennetts sono stati tra i giornalisti che hanno partecipato alla Triumph Adventure Experience per raggiungere nuovi traguardi.

Sporcizia, rocce, praterie, boschi, piste strette, sentieri rocciosi e crossing in acqua: l’immensa Adventure Experience ha tutto questo. Triumph ha invitato i migliori esperti della stampa motociclistica ad affrontare questi terreni. Il gruppo ha sperimentato una serie di fondi strada misti e ha ricevuto consigli dal pilota della Dakar, Nick Plumb, e dal suo team prima di sfidare  vento e umidità in montagna.

Triumph Adventure Experience

Boschi

Chris Cope – Direttore, Ride Apart

«Ho partecipato solo a uno di questi giorni di formazione fuoristrada (e un po’ di tempo fa) quindi mi considero un novizio. Oggi mi sono divertito molto, il terreno è molto vario e le moto sono state fantastiche. Mi sono piaciute la Tiger 800 e la Scrambler più di tutte, anche se ho avuto qualche problemino sulla Scrambler.»

«Ecco perché questi corsi sono straordinari. Se fosse stata la mia moto, non avrei mai avuto il coraggio di imparare come andare fuori strada per bene. Qui puoi spingerti oltre i limiti e, così facendo, migliori rapidamente. Il bosco, con le sue piste di fuoco e le curve strette e fangose, è stato il massimo per me: puro divertimento e basta.»

Triumph Adventure Experience

Canyon

Jordan Gibbons – Reporter senior, Motorcycle News

«Sono davvero sorpreso. La variazione sul terreno è semplicemente fantastica. Lo slittamento in questo Canyon è stato davvero piacevole. Non c’è nulla di meglio sulle moto grandi degli ondeggiamenti laterali. Devo dire che Triumph è ora assolutamente alla pari con altri marchi, nel segmento delle moto adventure, e questo luogo consente di stabilire i limiti per testarle.»

Triumph Adventure Experience

Paesaggi lunari

Simon Hancocks – Capo redattore, Bennett’s Bike Social

«È stato molto difficile ma assolutamente appagante. Oggi ho fatto così tanti progressi, più di quanto non abbia mai fatto fuori strada. Conosco abbastanza bene la moto, questo aiuta. La formazione è stata ottima: i ragazzi sono riusciti a seguire e a riprendere molto rapidamente e con grande abilità dal punto in cui si erano fermati.»

«Sono migliorato tantissimo in termini di sicurezza dall’inizio della mattinata fino alla fine della giornata. Ho scorrazzato in giro con la moto sul terreno ricoperto di ardesia, tipo paesaggio lunare. Sono davvero sorpreso. Non volevo che finisse. Posso restare un altro paio di ore?»

Triumph Adventure Experience
Simon Hancocks (davanti) pronto ad affrontare il paesaggio lunare ricoperto di ardesia con la Tiger 800

Di ritorno nell’incontaminato edificio dell’Adventure Experience, docce, tè e caffè hanno riscaldato tutti. Ci sono state delle cadute, ma tutti hanno continuato a sorridere. Sarah Bradley, che scrive per l’Evening Standard, ha raccontato quanto è stato divertente con la Scrambler, e Alun Davies, della rivista Adventure Rider, si è messo alla prova facendo slittare la Tiger 1200 sulle superfici scivolose. Non lasciare che si diverta solo la stampa – dai un’occhiata di persona.